Il progetto

Questo sito vuole essere un viaggio nel tempo nel mio New York, dalla fine degli anni '80 ad oggi.

Sono già stato a New York per un viaggio premio quando lo ero 17, ma ho appena visto Manhattan e poco altro.

La prima volta che ho visto il vero New York City, lontano dai negozi della 5th Avenue, I teatri di Broadway e le strade congestionate frequentate dai turisti, Era l'anno successivo e sono rimasta affascinata e incantata da questa Città.

Tutto questo non sarebbe stato possibile se non avessi incontrato in questo viaggio Carlo Medori, a cui devo tutta la mia gratitudine per avermi mostrato la vera essenza della Città. Mi aveva contagiato con la sua passione per i murales e per le strade poco frequentate e per i quartieri pieni di vita. La nostra amicizia si è rafforzata nel tempo e quando vengo a New York City non perdo occasione di vederlo e lasciarmi aggiornarmi su ciò che sta accadendo in City, principalmente nell'arte, cultura e campi politici.

Da allora ho iniziato a tornare a New York almeno una volta all'anno, fotografare i murales, per guardare a questa Città in continua evoluzione.

Basta spostarsi un po 'da Manhattan per ritrovarsi in quartieri molto diversi, dove si respirano gli odori, gusti provenienti da tutto il mondo, come se ci fossero tanti piccoli microcosmi di culture diverse che vivono in un'unica grande comunità.

Dotato di una fotocamera, sneakers e un pizzico di spirito avventuroso, Ho camminato per miglia e miglia ogni giorno, guardando i quartieri, strade, persone, volti e muri dipinti che erano per certi versi emblematici, in grado di darmi vibrazioni, sia in modo positivo che negativo.

Anni di viaggi mi hanno dato tante soddisfazioni, anche a livello personale; 11 anni fa ho esposto in merito 40 foto nella mia mostra personale a Milano, Italia, dove ho conosciuto mio marito!

Mi segue nei miei viaggi ed è un aiuto particolarmente prezioso nella realizzazione del cantiere nella sua interezza; Devo ringraziarlo per lo sforzo che ci mette notte dopo notte, dopo una lunga giornata di lavoro.

Quello che è venuto fuori e che è visibile in questo sito è il mio viaggio personale attraverso i labirinti di questa città dalle mille sfaccettature, raccontata attraverso i murales, che sono la vera arte.

Il motto “I graffiti sono un'arte, non un crimine!” è completamente appropriato.

Murales “raccontare una storia”, avere una vita, a volte breve, a volte lungo, sono importanti dal punto di vista culturale, punti di vista sociali e politici.

I murales raccontano le speranze, paure, tensioni, guerre in atto e finite, problema di droga, lasciare un ricordo delle persone scomparse, più o meno famoso. Sono un modo per capire la realtà, per capire i sentimenti e le interruzioni che sono in atto; tenere traccia di tutto questo penso sia di enorme importanza.

Negli anni la vita dei murales è cambiata radicalmente, pure. Mentre fino a pochi anni fa potevi imbatterti in murales in ogni quartiere, in questo momento tutto è quasi interamente concentrato su 5 Punto, come se ce ne fosse bisogno “vicino” quest'arte, confinarlo a pochi muri. È un peccato perché questi muri riflettono l'anima, le sofferenze e le speranze di un intero Paese.

Ricorda che i murales esistono sin dalla preistoria, quando gli uomini disegnavano sulle pareti delle caverne, per avvertire di pericoli o per raccontare storie di vita quotidiana. La necessità di lasciare segni tangibili è sempre esistita, è innato negli esseri umani. Anche durante la dittatura di Augusto Pinochet in Cile, le persone hanno lasciato segni sui muri, usati come messaggi nascosti per proteggersi dalla repressione e dagli omicidi di massa (settembre 11, 1973 marciare 11, 1990).

E adesso, andare con me nel mio viaggio di 20 anni che continuerà, perché la memoria non andrebbe mai persa.

ti amo, New York City!

6 commenti su “Il progetto”

  1. Grazie a tutti voi che lasciate un messaggio e trovate informazioni utili. Spero che questo sito web cresca sempre di più perché i murales hanno una vita breve ma raccontano tanto delle paure e dei sogni delle persone. È un peccato lasciar andare i quadri, dobbiamo preservare, avere un ricordo e non dimenticare mai. I murales sono un modo per lasciare che le persone dipingano i loro sentimenti e li imprimano sui muri. Gli artisti non sono solo designer di spray, ma messaggeri con il mondo reale; dipingono i nostri sentimenti, le nostre paure, nostro “aspiranti”.
    Vorrei davvero aprire una pagina in cui i pittori possono interagire in questo sito. mi piacerebbe Newyorkmurales.com per essere un posto speciale per chi cerca informazioni, per le immagini, ma anche per i newyorkesi e gli scrittori per parlare della City e di se stessi, il loro progetto e le loro ispirazioni. Adesso, è il tuo turno..
    Dio benedica New York City

    Rispondi
  2. Apprezzo molto il tuo post e mi spieghi molto bene ogni singolo punto. Grazie per la condivisione di queste informazioni. E mi piacerebbe leggere anche il tuo prossimo post.

    Rispondi
  3. whoah questo blog è meraviglioso, mi piace leggere i tuoi articoli. Mantieni il buon lavoro! Capisci, molte persone stanno cercando queste informazioni, puoi aiutarli molto.

    Rispondi
  4. Ciao, sono così felice di aver trovato la tua pagina del blog, Ti ho davvero trovato per errore, mentre stavo navigando su Google per qualcos'altro, Tuttavia sono qui ora e vorrei solo ringraziarti per un post eccezionale e un blog divertente a tutto tondo (Amo anche il tema / design), Non ho tempo per leggerlo tutto in questo momento, ma l'ho salvato e incluso anche i tuoi feed RSS, così quando avrò tempo tornerò a leggere molto di più, Per favore continuate con il fantastico lavoro.

    Rispondi
  5. Amo il tuo blog.. colori molto belli & tema.
    Hai progettato tu stesso questo sito web o hai assunto qualcuno per farlo per te? Per favore rispondi mentre sto cercando di costruire il mio blog e vorrei sapere da dove l'hai preso. Apprezzalo

    Rispondi

Lascia un commento